LA NOTTE DEI SOGNI 31 dicembre al cinema Azzurro Scipioni

Cinema Azzurro Scipioni – Piccolo Louvre del Cinema

Dove il Cinema è Arte

Via degli Scipioni 82 Roma 00192 – tel e fax: 0639737161

DOMENICA 31 DICEMBRE 2017
“LA NOTTE DEI SOGNI “

Proiezioni non-stop fino al mattino
in compagnia di Silvano Agosti e del suo modo di concepire il cinema.
I grandi film della storia del cinema
scelti dal pubblico in una lista di titoli
segreta fino all’inizio della serata alle ore 21.00.

Brindisi e spuntini per festeggiare la mezzanotte.

L’INCONTRO INIZIA ALLE ORE 21.00

MENTRE IN SALA CHAPLIN SCORRONO LE BELLISSIME IMMAGINI DEL FILM DI ETTORE SCOLA
“BALLANDO BALLANDO”
VENGONO SCELTI DAL PUBBLICO I FILM PIU’ VOTATI
DA PROIETTARE DURANTE LA NOTTE

A ogni partecipante verrà fatto dono di un film o di un romanzo di Silvano Agosti

Prenotazioni 328 76 21 633 – 06 39 73 71 61

11 Responses

  1. Enrico Baravoglia Dic 22, 2017 - Reply

    Che dire? Un’iniziativa a dir poco FANTASTICA. Caro Silvano sei davvero un grande. Una delle poche persone che io davvero stimo al mondo, e da cui ho potuto imparare non poche cose, nel corso di questi oltre vent’anni in cui ho avuto l’onore di conoscerti prima e rapportarmi a te dopo. Abbraccio, Enrico.

  2. Alfredo Paniconi Dic 22, 2017 - Reply

    Davvero una bellissima iniziativa, ma purtroppo anche per quest’anno dovrò passare. Spero prima o poi di poterlo passare lì, con Silvano sarà sicuramente un’esperienza unica e speciale.
    Un sorriso,
    Alfredo

  3. Frances Dic 22, 2017 - Reply

    caro Silvano, quella Notte puoi festeggiare il Complegiorno o BirthToday, e meglio, festeggiare il Momento presente [Passato non c’è più, se c’è stato, Futuro deve ancora arrivare, se arriva, Presente è l’unico Momento-Luogo che c’è, si vive, ed è un Dono, infatti di un Regalo si dice anche che è un Presente], e lasciare che ognuno sperimenti, senta che [vedere Premesse fra Parentesi precedenti] ”è il Momento più bello della mia Vita” [l’unico vero, verace], mentre per Notte puoi ricordare l’Aldilà, che è un Passaggio, tanto quanto lo è la Vita terrena [secondo il tuo ”(ri)nascere al Mattino o all’Alba e (ri)morire alla Sera o al Tramonto” infatti, Giorno è Allegoria dell’Esperienza terrena, o Esistenza da ex-sistere, stare fuori, nell’Aldiqua, mentre Notte è Allegoria del Bardo, v. Buddhismo, o Passaggio fra una riMorte ed una riNascita: fintantoché non si realizzi la cosiddetta Illuminazione-illuminante, già sperimentata dai vari Cristo, Buddha, Maestri spirituali, Filosofi, che tra l’altro, avrebbe strettamente a che vedere con la Sperimentazione consapevole del ”Presente onnipresente”, come da quanto scritto ad Inizio Commento, e quindi, da favorire]; Felicità dentro-fuori a tutti, ovunque-sempre.

    • Frances Dic 24, 2017 - Reply

      in questo ed in altri Momenti dell’Anno o della Vita, è sempre utile celebrare la Luce che siamo, quali Coscienze [Ologrammi della Luce che è Dio], che risiedono nello Scrigno del Cuore [4. Chakra, a Livello di Seme; a Livello di Frutto nella Pineale, 7. Chakra], e dotate di Veicoli espressivi quali Mente [Pensieri e Parole], Psiche [Sentimenti ed Emozioni], Corpo [Fisicità ed Azioni fisiche], ed in Relazione fra loro,

      e così che è utile curare quella [Coscienza], e quelli [Veicoli, Strumenti], e quella [Relazione]; merry [perennial] new Year [”Tutto è in continuo Mutamento, la Vita è in continuo Mutamento”, altrimenti è Morte];

      Prabhasvar [Vedanta], Od gsal [Buddhismo tibetano], Noor ‘ala Noor [Sufismo], en Sof Or [Qabalah], la Luce vivente [Hildegard von Bingen], ma Hikarì [Giappone], zhen Guang [Cina], a tutti,

      Felicità e Luce e Bene dentro-più-Felicità e Luce e Bene fuori, ovunque-sempre.

      • Frances Dic 25, 2017 - Reply

        e perciò, e quale Apéro halal a tutti, oggi che è il 25 Dicembre:

        interiormente-ed-esteriormente felice ”Chanukah”, ”Festa delle Luci” [quelle che siamo: Coscienze, Ologrammi della Luce che è Dio] a tutte/tutti, fatta di Sentimenti calorosi [Psiche, Petto, Cuore] e di Pensieri luminosi [Mente, Testa, Cervello],

        a cui lasciar seguire la Fisicità, potente

        [oggigiorno invece ap-prezzata di più delle altre, anzi negligendo le altre, e così creando l’Epoca del Ferro o del Piombo attuale (Kali Yuga),

        fatta di sterile o tossica (illusoria) Apparenza, priva di (fertile o salubre) Essenza],

        e nella Tradizione cristiana la Gesù-Cristo quello rappresenta,

        mentre generalmente la Candela rappresenta, con la Fiamma la Coscienza che siamo [che viene da, e torna a, la Fiamma perenne che è Dio, Luce su Luce, Luce dentro-più-Luce fuori], mentre il Corpo della Candela i Veicoli che abbiamo per manifestarla [Mente, Psiche, Fisicità],

        interconnessi fra loro,

        [e fra noi, fra gli uni e gli altri, fra le Opere d’Arte (della Creazione vivente), che noi siamo, ognuno ”unica/unico e prezioso/prezioso” vi è Relazione

        (Comunicazione a vari Livelli: coscienziale, mentale, psichico, fisico)],

        ed è in Memoria della Luce che è Dio,

        [che è Fonte delle Luci che siamo, da manifestare (quali Rappresentativi/Rappresentanti della cosiddetta ”Volontà di Dio” o del ”Disegno divino”:

        laddove Dio è compassionevole, v. Luce dentro o Sentimenti calorosi, e saggio, v. Luce fuori o Pensieri luminosi, ed è Uno, unico, coerente),

        e da nutrire legandosi alla Fonte

        (da cui p. Es. la Preghiera vedica, da recitare, ”il Cantico della Sorgente” o ”Savitr Mantra”, ”Essa è la Sorgente sacra, alla Luce di Dio pensiam, nostro Intelletto è la Luce”,

        e da cui il ”Nembutsu” del Buddhismo chen, v. Cina, o Buddhismo zen, v. Giappone, da recitare, ”me è essa ed essa è me”, ovvero ”noi siamo Ologrammi di essa ed essa è la Fonte di ciò che siamo”],

        è p. Es. Pratica nello Zoroastrismo, tenere costantemente acceso un Fuoco sacro,

        mentre san Francesco d’Assisi ha spiegato che il Sole [Astro] è rappresentativo della Luce, che è Dio,

        entrambi da ammirare o contemplare [al Fine di legarsi a, o rimanere legati a, la Fonte/Sorgente].

        Bene interiore-più-Forza esteriore a tutti, e Felicità dentro-più-Felicità fuori ovunque-sempre, ed illuminante-Illuminazione.

        ,

        ]

        quale Apparenza, magari luccicante, priva di Essenza, specialmente

      • Frances Dic 26, 2017 - Reply

        ed oggi, 26 Dicembre, Proseguo dell’Apéro iniziato ieri, ma dove si festeggia il Coronamento della Realizzazione [della Luce] passata [santo Stefano da Stephen = Corona]: infatti i Coronamenti o le Premiazioni avvengono dopo che il Risultato vincente è stato realizzato;

        Corona detta in altro Idioma Taj, ciò che richiama una meraviglia del Mondo o, Meraviglia [rappresentativa della Triunità Verità-Bene-Bellezza (*)] appartenente al Patrimonio dell’Umanità [come l’Essere umano dovrebbe/potrebbe esserlo, secondo Silvano], che è il Taj Mahal, Opera simmetrica, che ricorda l’Equilibrio [tanto a Destra quanto a Sinistra],

        quello che se realizzato è benefico per sè e per il prossimo, e che rappresenta ”la stretta Via” da [per]seguire, secondo la Tradizione spirituale originale di ogni Gruppo etnico al Mondo, a Beneficio proprio ed altrui:

        Auguri di Equilibrio a sé, al prossimo, ovunque-sempre.

        NOTA

        (*) Triunità Verità-Bene-Bellezza ovvero, nessuna Menzogna-nessun Male-a cui consegue nessuna brutta Opera [la Bruttezza rappresenta l’Opera compiuta sul Male o sulla Malvagità, e sulla Menzogna o Falsità]

      • Frances Dic 28, 2017 - Reply

        per il 27.12 invece, Giovedì, along the Way toward Capodanno, si può ricordar che il Pianeta dominante oggi èdetto Tzadiq, Giusto nel Senso [Significato] di Corretto, e che Carità è detta Tzadaqah, dando Senso [Direzione] a quanto consigliato religiosamente in Medioriente [Giudaismo, Cristianesimo, Islam] per cui praticarla è fondamentale,

        ed infatti, praticarla porta Equanimità e Giustezza [ciò che se realizzata sta alla Pace, Shalom, Salaam, (apparentemente desiderata da chiunque), come il Seme al Frutto], o Equilibrio e Cor-rett-ezza, come spiegato nel “Canone nella Via” del Taoismo [per cui l’Eccesso deve andare a colmare il Difetto: dove ce n’è troppo tanto andare dove ce n’è troppo poco], che porta Benessere a sé ed al prossimo

        [oggigiorno le Inequanimità sono causate da Bisogni non più veraci indotti da un’Offerta creata artificialmente, supportata da Strategie di Marketing per far credere alle Persone di avere Bisogni che non ha mai avuto,

        che cercherà perciò di soddisfare incurante dei Bisogni altrui,

        ma soddisfatti i quali si sentirà comunque insoddisfatta perché soddisfare un Bisogno artificiale o indotto, è come bere Acqua di cartone per colui a cui vien fatto credere di avere Sete (è Falsità che alimenta la Falsità);

        sicché le Persone tengono, trattengono e accumulano, specialmente Oggetti ma anche Servizi, creando disequilibrio per rapporto a chi necessita delle relative Risorse per soddisfare Bisogni veraci (Verità che alimenta la Verità: p. Es. Acqua salubre per l’Assetato), e che resteranno insoddisfatti:

        la Tzadaqah, oltre che nel Gesto compresa a Livello psichico (Sentimenti) e mentale (Pensieri) è fondamentale per la Soddisfazione propria ed altrui,

        e permette a ciascuno (di essere e manifestare la Coscienza che è, una Luce, della Luce che è Dio) e di vivere secondo la Triunità “Verità-Bene-Bellezza”, ovvero Pensieri di Verità, Sentimenti di Bene e belle Opere].

        Felicità dentro-fuori a tutti, ovunque-sempre.

      • Frances Dic 29, 2017 - Reply

        29.12, VenerDì, Giorno di Venere, iDéa [Archetipo] della Bellezza, che Platone ne ”il Simposio” ha lasciato detto essere il Prodotto di Bene e di Verità che stanno a monte, ovvero, Sentimenti calorosi e Pensieri luminosi, [niente Malvagità e niente Menzogna],

        mentre Bellezza definita secondo l’Apparenza, e specialmente, sulla base degli Standard o Canoni utilizzati attualmente dagli Strateghi di Marketing [Malvagità e Menzogna: per far Business a loro Vantaggio e a Detrimento altrui], è Bruttezza,

        mentre Bellezza verace è quella apprezzabile secondo quanto ricorda Manly P. Hall ”vedere è molto più che guardare all’Apparenza; vedere è guardare attraverso l’Apparenza” [vedere la Bellezza apparente consci del Bene della Verità che la animano, invisibili agli Occhi fisici, sennò è Bruttezza],

        e gli Auguri per il CompleGiorno di VenerDì, odierno, basati sulla Bellezza sono per tutti e perché tramite essa, si realizzi il Mondo felice di cui parla [anche] Corrado Malanga.

        Felicità dentro-fuori a tutti, ed illuminante-Illuminazione ovunque-sempre.

      • Frances Dic 31, 2017 - Reply

        31.12., ”è diverso vedere il Sentimento e Pensiero altrui, rispetto a vedere il proprio Sentimento e Pensiero, nella medesima Circostanza, [ed entrambi vanno curati, salvati]”, ”siamo Esseri [viventi, senzienti] della Luce [che è Dio]”; Luce [Felicità] interiore-più-Luce [Felicità] esteriore a tutti.

    • Frances Dic 27, 2017 - Reply

      Notte di Sogno [inSistenza: Dimensione interiore] e Giorno di exSistenza [Dimensione esteriore]: ”e fa’ che ognuno possa avere ciò di cui ha Bisogno, aldilà della Coordinata Denaro, che è oramai evidentemente illusoria [non è che chi ce l’ha sia soddisfatto e porti Felicità interiore-esteriore a sé e al prossimo, e non è che chi non ce l’ha, idem, come pure, non è che ci ce l’ha lo merita, e che chi non ce l’ha non lo merita], e che la Criminalità venga eliminata dai Giorni e dalle Notti [dalle Albe o Mattine e dai Tramonti o Sere], sia essa esercitata in Giacca-e-Cravatta [di alto Borgo] o in blue-Jeans bucati [di basso Borgo]”, ciò che realizzando la Giustezza [o Equanimità: a Beneficio di tutti], realizzi la Pace”; Luce dentro-più-Luce fuori a tutti, ovunque-sempre.

  4. Frances Gen 01, 2018 - Reply

    che sia un Anno [”ogni Giorno è come un Anno” (Silvano Agosti)] in cui lasciarsi guidare, [meditandovi sopra], dal Princìpio [ogni Logica o Ragionamento logico, (v. Logica classica) si basa su un Principio] che è la Luce [che è Dio], e meglio, dal suo Punto di Vista percettivo, [a Beneficio proprio ed altrui e, del Disegno suo di essa per tutta la Creazione vivente, rispettoso/rispettosa di tutta essa], da esprimere tramite Pensieri, Sentimenti ed Azioni, mutualmente.

    Felicità dentro-fuori a tutti, ed illuminante-Illuminazione ovunque-sempre.

Leave a ReplyRispondi a Enrico Baravoglia