Lettera a Gesù

Lettera a Gesù

Lettera a Gesù, il terrorista palestinese che ha pagato con la vita il proprio culto per la verità, iniziando ogni sua affermazione con la frase “In verità vi dico…”

 

Caro Gesù Cristo, avevo deciso di scriverti una lettera, poi mi sono accordo che ero in ritardo di circa duemila anni e allora ho inserito nel mio diario  questa comunicazione con i miei simili, conosciuti e sconosciuti, che pare si aggirino sui sette miliardi e vivono sullo stesso mio pianeta.

Alcuni mesi fa ho avviato un rapporto di amicizia con il Palestinese di nome Gesù.

Avevo sentito parlare di Gesù sin dall’infanzia.

Molti lo descrivevano come un essere potente e altri addirittura lo consideravano Onnipotente. Queste due caratteristiche mi hanno tenuto lontano da lui e dalla sua visione del mondo.

Conoscendo meglio la sua semplicità e la sua vera natura ho condiviso con lui molte riflessioni sull’essere umano, sulla vita e perfino sulla creatività.

Nell’attivare la nostra amicizia ci siamo scambiati pareri e concetti di ogni genere proprio come accade nell’incontro tra due adolescenti.

La mia ammirazione nei confronti di Gesù è nata dal coraggio che ha avuto quando ha osato dire pubblicamente ai governanti di allora, del tutto simili ai governanti di oggi, che li considerava delle Vipere e dei Sepolcri Imbiancati.

Coraggio che, a parer mio, sapeva benissimo avrebbe pagato con la vita.

“In verità vi dico: Guai a voi, scribi e farisei ipocriti…!
Serpenti, razza di vipere, come potrete
sfuggire alla condanna?”
(Matteo 23, 13.33)

Così, proprio come accade tra due amici, quando si inciampa in situazioni non facili, chiedo consiglio al pensiero del Palestinese Gesù detto il Cristo, catturato e condannato a morte all’età di 33 anni.

Essere amici con i pensieri altrui è la forma più tenera di amicizia che si possa vivere, così dopo alcuni mesi della mia amicizia col pensiero del Palestinese, ho sognato che passeggiavamo insieme in un boschetto di betulle e mi diceva sorridendo “Lo sai che finora sei il solo che non mi ha mai chiesto alcun favore?

I governanti di oggi sanno benissimo che il loro unico dovere sarebbe “procurare cibo e dimora gratuitamente a tutti gli abitanti del mondo” investendo, ad esempio, il 20% delle spese militari, eliminando in tal modo qualsiasi ragione di lotta o di guerra.

Ma una condizione di vita nella precarietà garantisce a ogni forma di potere la governabilità dei sudditi o dei cittadini, o delle famiglie. Quindi…

3 Responses

  1. Frances Ott 16, 2019 - Reply

    …quindi, bisogna capire, invece di procedere con l’una o con l’altra Retorica, come fare a portare avanti certi Ideali (v. Ideali nel racconto di Peter D. Ouspenky ”Colloqui con un Diavolo”, ”Talks with a Devil” che in inglese è gratuitamente da leggere at holybooks dot com), senza venire perciò torturati, seviziati, ammazzati (e quindi è impossibile portarli avanti), oppure senza venire corrotti (da premi oppure punizioni, se si fa o se si rifiuta di fare qualcosa), a cui evidentemente ciascun Governante (politico, religioso, economico, altro) è sottoposto (anche Gesù Cristo, quale Guida, era un Governante, diciamo, Leader carismatico): ma a questa domanda che è veramente fondamentale ed epica, nessuno si degna di prestare attenzione, figuriamoci a rispondere; infine, Gesù Cristo fu tradito e chi fu chiesto se lo conosceva, la risposta era sempre ”no”; un punto su cui riflettere e ragionare, per chi ”predica bene” (v. Retorica) ma ”razzola male” (Pratica quotidiana), per quanto anche questa dissonanza è giustificata pensando che ciascuno è sulla via dell’Evoluzione, e che debbe e può superare le proprie Contraddizioni, alle quali sembrerebbe, ciascuno è sottoposto (sia inconsapevolmente, v. Ignoranza, che consapevolmente, v. Malvagità: laddove fra Ignoranza e Malvagità c’è una relazione diretta, e si può analizzare perché ogni Bambino, ciò che ciascuno è stato, o ogni ”piccolo Principe” o ”piccola Principessa”, richiamando il titolo di un’opera di Antoine de saint Exupéry, e pensando a Shamsu sSabah, ”Sole del Mattino”, in un’opera di Michel Ocelot, nasce innocente e se diventa nocente, e nocivo, è perché viene traviato e pervertito in qualche modo, sicché sono quei modi che vanno condannati e specialmente corretti, piuttosto che gli Ignoranti o i Malvagi in sé); ”la Montagna sacra” di Alejandro Jodorowski è catartico in questo senso, (in inglese ”the holy Mountain” da vedere gratuitamente on-line at archive dot org), ma anche le 13 favole di rav Nachman of Breslav (in italiano in ”la Principessa smarrita” on in inglese, da leggersi gratuitamente on-line at ”Tales of Rabbi Nachman”, en dot wikisource dot org), e anche ”niente è come sembra” nonché ”attraversando il Bardo” di Franco Battiato, gratuitamente on-line at youtube dot com, canale Tutto Battiato); per i problemi che affliggono attualmente il 1. Mondo atlantico liberista, il 2. Mondo sovietico comunista, ed il 3. Mondo orientale religioso (usciti così dalla 2. Guerra mondiale, e nel frattanto mutatisi), v. i film ”Control Factor” (gratuitamente on-line in inglese at youtube dot com, canale David Worthing), ”the Lives of others’, e ”Matrix”; si augura salve, salut, shalom, salamah, hâo, namas, wellbeing, a ciascuno, simultaneamente, e ”la Luce che è D:o illumini, custodisca, regga, governi ciascuno, simultaneamente”.

  2. Frances Ott 16, 2019 - Reply

    lezione مجنون الناصرة , di Sami AlDeeb, palestinese, https://www.youtube.com/watch?v=aMONHffnjT8 , con Commenti del pubblico; si augura salut, shalom, salamah, salve, namas, hâo, wellbeing, a tutti simultaneamente

    • Frances Ott 17, 2019 - Reply

      è stato lasciato il collegamento a questo articolo, mutualmente, sotto il video sopra citato, dopodiché l’account youtube è stato censurato,

      e chissà se c’è una relazione fra i due fatti; il Commento, ad un Commento, a quel video era ”sarebbe corretto considerare Gesù Cristo un genio e martire

      (per sviluppare il proprio genio bisogna lavorare molto, così fece lui, così fa chiunque altro, e si soffre, si condivide gratuitamente la propria opera, infine si viene traditi da ciascuno, e pure si viene maltrattati, anche gravemente, da chi è ignorante o malvagio),

      e celebrarlo in quel senso, per quanto lo Spirito di Verità non cessa mai di spirare, e la sua opera ha certamente influenzato altrui, che hanno cercato di divenire simili a lui”;

      bel proseguo interiormente ed esteriormente felice a ciascuno, simultaneamente.

Leave a Reply