DePrEsSiOne. Come uscire?

DePrEsSiOne. Come uscire?

 

Mi chiedono un pensiero sulla depressione. Per quanto ne so io la depressione si presenta in tre diverse fasi.

La prima nella quale emerge un costante malumore, una sorta di fastidiosa lontananza dalla realtà.

Inutile tentare di trovare le cause del malumore.

La parola cui riferirsi è ASPETTARE.

Poi subentra la seconda fase nella quale le energie diminuiscono per lasciare spazio a una stanchezza costante che non svanisce neppure con un sonno profondo.

Tutto sembra privo di senso nella realtà e perfino gli alberi non sono più fermi ma risultano immobili.

La parola d’ordine è INSISTERE NELL’ATTESA.

La terza fase depressiva la più profonda si presenta come ormai permanente e destinata a non finire mai più. Insieme alle speranze sono ormai svaniti anche i desideri.

PROSEGUIRE A TUTTI I COSTI NELL’ATTESA che qualcosa di nuovo accada

con la stessa legittimità che l’inverno più estremo offre che prima o poi  arriverà la primavera con la sua gentilezza e le sue gemme destinate a fiorire.

Comunque rimangono i bambini a suggerire che la vita non si è fermata.

La riemersione di sentirsi vivi dopo la depressione è la riscoperta del sorriso.

Tutto torna a sorridere.

Inutile chiedersi perché.

 

Silvano

4 Responses

  1. Frances Giu 02, 2020 - Reply

    che bello, 1001 Grazie; sto ascoltando qualche Intervista passata a Pier Paolo Pasolini, chiamato Poeta o 68ino intellettuale (tutto quanto oggigiorno non esiste più e chi è nato negli anni ’70 non ha alcuna Idea di cosa sia, a parte accusandolo ascoltando Interviste Persone come lui o anche altri, come ascoltando Fulvio Grimaldi), mi pare che esista la stessa Sensibilità d’Animo in Silvano Agosti, ed essa nel Buddhismo si chiama ”Sensienza”, che è preziosa, di Valore (e la quale pure, nella Cultura attuale specialmente materialista, che depreca il ”Pensiero critico”, ”allegorico”, ”laterale”, ”comparato”, e ”complesso”, è dimenticata, o ”assopita”; la ”Complessità” sta venendo attualmente sdoganata e promossa nelle Università, ma lo sa D:o cosa ne verrà fatto, inserita in un Contesto dottrinale, spiegata a Persone indottrinate ed orientate alla Competizione, senza ”Etica”, per quanto apprendano qualche Codice deontologico, e definito etico, ma che con l’Etica ha ben poco a che fare, provveduto che l’Etica è piuttosto uno Stato d’Animo, ha a che fare con la Sensienza, se bisogna apprenderla a Memoria allora è qualcos’altro, come apprezzare un’Opera d’Arte, o la apprezzi percependone il Genio oppure è poco utile imparare a Memoria perché va apprezzata, è come ”mangiare una mela di cartone” senza venirne nutrito, o ”leggere un menù o riprodurlo verbalmente, senza averlo mai assaggiato”: ed infatti di Scandali a livello professionale, trasversalmente ad ogni Professione, ce ne sono tanti da scrivere libri, e qualcuno viene scritto e pubblicato, mentre la maggior parte dei casi viene sottaciuto, ”coperto”, ”insabbiato”, impedendo proprio di avere una ”Visione complessa” e condivisa della Società e di come funziona, sapendo che ”il Pubblico” è intimamente connesso a ”il Privato”, ed infatti la Collettività è fatta di singoli Individui, ciò che sembra dimenticato o negletto, ed infatti si assiste all’attribuzione di ”Problemi” alla Società o al singolo Individuo, come se fra i 2 non ci sia alcuna Connessione, e così vengono mai trovate e tantomeno implementate Soluzioni, ispirate dall’Etica), ed anche nell’Ambito della Salute la ”Sensibilità d’Animo” è preziosa, applicata da Persone come Valdo Vaccaro Ricercatore indipendente e Fondatore della ”Health Science University”, Giuseppe Cocca, Gabriella Mereu, Fabio Marchesi (e di cui si sa poco o niente) ma anche Peter R. Breggin e Phyllis Chesler Medici degli Stati uniti nordamericani ”rivoluzionari”, che pure hanno affrontato il il Tema della Salute mentale e specialmente, di come viene trattato (anche da quei Professionisti che studiano la ”Complessità”, ma privi di Etica, e seguono la Competizione, e sono orientati al ”Business”, il cui Letimotiv è ”Business is Business”, appunto privo di Etica), ed è questa Interpretazione della ”Depressione” una ”Perla” che andrebbe annoverata nei Manuali di Salute mentale (quelli ispirati dalla Sensibilità d’Animo e dall’Etica, dal Pensiero allegorico, complesso, laterale, comparato, critico), evitando di assoggettare le Persone a Medicamenti devastanti (vedi come esposto nell’Opera ”Assassini in Pillole” di Pietro Eupremio Maria Bisanti, un Carabiniere ”rivoluzionario”). Luce su Luce, o Felicità esteriore su Felicità interiore, o Forza su Bene a ciascuno, e Benedizioni o Grazie infinitamente ed eternamente.

  2. Frances Giu 03, 2020 - Reply

    at Gemma Cocca youtube ”Autostima e Produttività, Disciplina e Vulnerabilità” at 6’42” un Detto da un Libro https://www.youtube.com/watch?v=rwRBoTMS7GY ”e venne il Giorno in cui il Rischio di rimanere chiuso in un Bocciolo divenne più doloroso del Rischio di sbocciare”. Benedizioni o Grazie a ciascuno, simultaneamente, ovunque e sempre.

  3. Frances Giu 04, 2020 - Reply

    da ”Albero Albero cresci” di Brigitte Beretta, 1992, Macro Edizioni:

    Pag. 82 ”Signore, come un Albero…”, (Preghiera)

    Signore, come un Albero sia davanti a Te la mia Vita,
    fammi crescere in Terra buona che mi dia Nutrimento,
    dammi Radici profonde che mi tengano saldo quando infuria la Tempesta,
    fammi crescere forte come il Fusto dell’Albero ma flessibile,
    aiutami a innalzarmi verso il Cielo con Rami e Virgulti,
    fa’ che io cresca al Ritmo delle Stagioni,
    donami il Tempo delle Gemme e dei Fiori,
    fa’ ch’io porti buoni Frutti,
    ma dammi anche la Forza di cedere come l’Albero d’Autunno,
    e quando intorno a me si spande il Gelo d’Inverno, fa’ ch’io m’acquieti e raccolga le Forze per nuova Primavera,
    fa’ che io così cresce e sempre mi rinnovi,
    donami quindi la tua Luce e il tuo Calore e Uomini che per me siano Terra fertile,
    Signore come un Albero sia, davanti a Te, la mia Vita.

    (Preghiera tedesca, tradotta in Italiano, trasmessa da Pia Birri, 6006 Lucerna, nel Seminario ”Danze meditative in Luoghi energetici” della ”Fondazione Unione e Vita”, Stiftung Einheit allen Lebens, 6006 Luzern)

  4. Lorenzo Barone Giu 12, 2020 - Reply

    Ben detto, come al solito! 🙂👍👍👍

Leave a Reply