Diario

Supplico persone di buona natura, di aiutarmi in questo periodo di crisi, durante il quale il Cinema Azzurro Scipioni deve restare chiuso, nell’attesa che, come promesso, venga restaurato. Così, io mi trovo, da ormai oltre un anno con solo spese e nessun provento.

Un grande aiuto per me sarebbe che tutti acquistassero un mio libro o un mio ebook.

Potete trovare i miei libri qui:

https://www.openddb.it/autori/silvano-agosti/

e per ”Lettere dalla Kirghisia” qui:

https://www.mondadoristore.it/Lettere-dalla-Kirghisia-Silvano-Agosti/eai978880472865/

 

Grazie, un abbraccio,

Silvano

 

Come doni per il nuovo anno io propongo che ognuno riesca finalmente a decidere di conoscere e capire l’immenso valore di se stesso.

Ma come è possibile conoscere se stessi?

E’ fondamentale rendersi conto delle proprie naturali preziosità che in genere viviamo ignorandone l’immenso valore.

L’Essere Umano, pur presentandosi alla nascita come il massimo capolavoro della natura, è di fatto ancora oggi la realtà più sottovalutata, più negata, più sottomessa e oppressa da qualsiasi forma di potere e di reggenza presente sul pianeta.

Non esiste nell’universo conosciuto un essere che superi le qualità native di ogni Essere Umano.

Pur essendo consapevoli che l’occasione di vivere è una sola in tutta l’eternità, la maggior parte degli abitanti della Terra viene ancora costretta a investire nel lavoro o nella ricerca di lavoro quasi tutto il proprio tempo di vita.

Il primo diritto sacro e inalienabile dell’Essere Umano è infatti il diritto al tempo di vivere, il diritto alla Vita.

Mentre vive l’Essere Umano ospita dentro di se l’eternità della Vita.

Tutto l’Universo ha il Pensiero come materia fondamentale dalla quale è nato.

La materia, quindi, è la condizione più elementare del pensiero, mentre il pensiero è lo stato più evoluto della materia.

Auguro a tutti un anno colmo di scelte e di novità e Vi saluto con le parole di Charlie Chaplin nel finale del film “Il grande dittatore”:

“Cittadini del mondo, non affidatevi a chi vi comanda, sono uomini che vi disprezzano, vi sfruttano e vi dicono cosa fare, cosa dire, cosa pensare e vi condizionano.

Non affidatevi a questa gente senz’anima, voi non siete bestie, siete Esseri Umani.

Uniamoci tutti, lottiamo per un mondo nuovo, che sia migliore, che procuri a tutti il necessario, ai giovani un futuro, agli anziani la sicurezza.

Promettendovi queste cose dei bruti sono andati al potere. Mentono.

Non manterranno mai quelle promesse.

Lottiamo per liberare il mondo eliminando confini e barriere, eliminando l’avidità, l’odio e l’intolleranza. Lottiamo per un mondo ragionevole, un mondo che con la scienza e il progresso dia a tutti gli Esseri Umani il benessere. In questo mondo c’è posto per tutti, la Natura è ricca, è sufficiente per tutti noi, la vita può essere davvero felice e magnifica, ma noi l’abbiamo dimenticato.

L’avidità ha avvelenato i nostri cuori, ha precipitato il mondo nell’odio, abbiamo i mezzi per spaziare ma ci siamo chiusi in noi stessi, la macchina dell’abbondanza ci ha resi poveri, il predominio della scienza ci rende cinici, l’avidità fa di noi degli esseri duri e cattivi, pensiamo troppo e sentiamo poco. Più che di abilità abbiamo bisogno di bontà e gentilezza, senza queste qualità la vita è violenza e tutto è perduto e ci rende vittime di un sistema che impone di torturare e imprigionare gente innocente.

A chi mi sta ascoltando io dico non disperate, l’avidità che ci comanda è un male passeggero, l’odio degli uomini scompare insieme ai dittatori e il potere che vi hanno rubato tornerà a essere vostro. Qualsiasi mezzo usino per negarla, la libertà non può essere soppressa”.

Silvano

Come doni per il nuovo anno io propongo che ognuno riesca finalmente a decidere di conoscere e capire l’immenso valore di se stesso.

Ma come è possibile conoscere se stessi?

E’ fondamentale rendersi conto delle proprie naturali preziosità che in genere viviamo ignorandone l’immenso valore.

L’Essere Umano, pur presentandosi alla nascita come il massimo capolavoro della natura, è di fatto ancora oggi la realtà più sottovalutata, più negata, più sottomessa e oppressa da qualsiasi forma di potere e di reggenza presente sul pianeta.

Non esiste nell’universo conosciuto un essere che superi le qualità native di ogni Essere Umano.

Pur essendo consapevoli che l’occasione di vivere è una sola in tutta l’eternità, la maggior parte degli abitanti della Terra viene ancora costretta a investire nel lavoro o nella ricerca di lavoro quasi tutto il proprio tempo di vita.

Il primo diritto sacro e inalienabile dell’Essere Umano è infatti il diritto al tempo di vivere, il diritto alla Vita.

Mentre vive l’Essere Umano ospita dentro di se l’eternità della Vita.

Tutto l’Universo ha il Pensiero come materia fondamentale dalla quale è nato.

La materia, quindi, è la condizione più elementare del pensiero, mentre il pensiero è lo stato più evoluto della materia.

Auguro a tutti un anno colmo di scelte e di novità e Vi saluto con le parole di Charlie Chaplin nel finale del film “Il grande dittatore”:

“Cittadini del mondo, non affidatevi a chi vi comanda, sono uomini che vi disprezzano, vi sfruttano e vi dicono cosa fare, cosa dire, cosa pensare e vi condizionano.

Non affidatevi a questa gente senz’anima, voi non siete bestie, siete Esseri Umani.

Uniamoci tutti, lottiamo per un mondo nuovo, che sia migliore, che procuri a tutti il necessario, ai giovani un futuro, agli anziani la sicurezza.

Promettendovi queste cose dei bruti sono andati al potere. Mentono.

Non manterranno mai quelle promesse.

Lottiamo per liberare il mondo eliminando confini e barriere, eliminando l’avidità, l’odio e l’intolleranza. Lottiamo per un mondo ragionevole, un mondo che con la scienza e il progresso dia a tutti gli Esseri Umani il benessere. In questo mondo c’è posto per tutti, la Natura è ricca, è sufficiente per tutti noi, la vita può essere davvero felice e magnifica, ma noi l’abbiamo dimenticato.

L’avidità ha avvelenato i nostri cuori, ha precipitato il mondo nell’odio, abbiamo i mezzi per spaziare ma ci siamo chiusi in noi stessi, la macchina dell’abbondanza ci ha resi poveri, il predominio della scienza ci rende cinici, l’avidità fa di noi degli esseri duri e cattivi, pensiamo troppo e sentiamo poco. Più che di abilità abbiamo bisogno di bontà e gentilezza, senza queste qualità la vita è violenza e tutto è perduto e ci rende vittime di un sistema che impone di torturare e imprigionare gente innocente.

A chi mi sta ascoltando io dico non disperate, l’avidità che ci comanda è un male passeggero, l’odio degli uomini scompare insieme ai dittatori e il potere che vi hanno rubato tornerà a essere vostro. Qualsiasi mezzo usino per negarla, la libertà non può essere soppressa”.

Silvano

DALL’IMPOTENZA ALLA CREATIVITÀ

Seminario di Silvano Agosti

per partecipare inviare una mail a:

silvanoagosti@tiscali.it

“Le gabbie che racchiudono gli esseri umani sono invisibili, per questo le loro sbarre risultano invalicabili”

Un seminario per rendere visibili le gabbie nelle quali ogni essere umano è prigioniero.
Un’occasione per ritrovare la coscienza dell’immenso valore che l’Essere Umano, qualsiasi Essere Umano, porta in sé. Si tratta, per ognuno, di uscire da questo seminario con la consapevolezza di essere il massimo capolavoro unico e irrepetibile che la natura ha creato in milioni di anni.

Quando
Sabato 23 ottobre 2021
dalle 10.00 alle 12.30

Dove
Cinema Farnese
Piazza Campo de’ Fiori 56 – Roma

Solo su prenotazione
Prenotazioni / info: silvanoagosti@tiscali.it

 

https://fb.me/e/2s9KpfEFH

DALL’IMPOTENZA ALLA CREATIVITÀ

Seminario di Silvano Agosti

“Le gabbie che racchiudono gli esseri umani sono invisibili, per questo le loro sbarre risultano invalicabili”

Un seminario per rendere visibili le gabbie nelle quali ogni essere umano è prigioniero.
Un’occasione per ritrovare la coscienza dell’immenso valore che l’Essere Umano, qualsiasi Essere Umano, porta in sé. Si tratta, per ognuno, di uscire da questo seminario con la consapevolezza di essere il massimo capolavoro unico e irrepetibile che la natura ha creato in milioni di anni.

Quando
Sabato 23 ottobre 2021
dalle 10.00 alle 12.30

Dove
Cinema Farnese
Piazza Campo de’ Fiori 56 – Roma

Solo su prenotazione
Prenotazioni / info: silvanoagosti@tiscali.it

Care e cari,

vi ricordo che potete incontrarmi tutti i venerdì, sabato e domenica, al cinema AZZURRO SCIPIONI dalle 18,00 alle 20,00,  per confrontarci e indagare insieme sul mistero della vita.

Un abbraccio,

Silvano

Care e cari,

vi ricordo che tutti i venerdì, sabato e domenica, mi troverete al cinema AZZURRO SCIPIONI dalle 18,00 alle 20,00, per incontrarvi  e indagare con voi sul mistero della vita.

Un abbraccio,

Silvano

Care e cari,

vi ricordo che tutti i venerdì, sabato e domenica, mi troverete al cinema AZZURRO SCIPIONI dalle 18,00 alle 20,00, per incontrarvi  e indagare con voi sul mistero della vita.

Un abbraccio,

Silvano

Care e cari,

vi ricordo che oggi, venerdì, domani e domenica, sarò al cinema dalle 18,00 alle 20,00, per incontrarvi  e indagare con voi sul mistero della vita.

Un abbraccio,

Silvano

Si dà il caso che io ho raggiunto la convinzione che le epidemie non si vincono soltanto vincendo il virus, ma, soprattutto nella convinzione che solo una serenità universale può davvero salvare il mondo.

C’è un aspetto irrisolto della mia sensibilità che mi ripete continuamente la certezza che fra pochi anni, forse persino tra pochi mesi, tutti i governi e gli Stati del mondo scopriranno che il massimo profitto lo possono raggiungere procurando casa e cibo gratuiti a tutti i cittadini del mondo.

Ognuno si sveglierà avvolto nella propria libertà, perché potrà finalmente vivere senza l’obbligo di lavorare per procurarsi casa e cibo. Ogni persona avrà tutto il tempo che desidera per vivere ed esprimere la propria creatività scegliendo uno qualsiasi degli importanti linguaggi creativi: musica, letteratura, pittura, etc., etc.

Vi aspetto tutti venerdì, sabato, e domenica, al cinema Azzurro Scipioni per scrivervi una dedica su uno dei miei romanzi,

Sivano