Diario

Cinema Azzurro Scipioni – Piccolo Louvre del Cinema

Dove il Cinema è Arte

Via degli Scipioni 82 Roma 00192 – tel e fax: 0639737161

Ingresso gratuito ai netturbini e agli esodati | Programmato da Silvano Agosti

Scarica il programma di ottobre

 

IL MIO SITO UFFICIALE

http://www.silvanoagosti.it/

CHI CERCA I MIEI LIBRI E I MIEI FILM

http://store.silvanoagosti.it/

CHI CERCA I MIEI EBOOK E AUDIO EBOOK

http://www.ultimabooks.it

CHI VUOLE VEDERE I MIEI FILM IN STREAMING

www.filmsilvanoagosti.com

Cinema Azzurro Scipioni – Piccolo Louvre del Cinema

Dove il Cinema è Arte

Via degli Scipioni 82 Roma 00192 – tel e fax: 0639737161

Ingresso gratuito ai netturbini e agli esodati | Programmato da Silvano Agosti

Scarica il programma di settembre

 

IL MIO SITO UFFICIALE

http://www.silvanoagosti.it/

CHI CERCA I MIEI LIBRI E I MIEI FILM

http://store.silvanoagosti.it/

CHI CERCA I MIEI EBOOK E AUDIO EBOOK

http://www.ultimabooks.it

CHI VUOLE VEDERE I MIEI FILM IN STREAMING

www.filmsilvanoagosti.com

Ricevo numerose mail (silvanoagosti@tiscali.it) di brava gente che mi chiede come si
può migliorare il proprio destino in questo terribile tempo di “crisi”.

Sette (7) brevi suggerimenti per migliorare il mondo e la propria vita.

a) Saluta ovunque con affetto qualsiasi persona che incrocia il tuo sguardo.

b) Lascia transitare chiunque ti vuole oltrapassare a piedi, in bicicletta, in motorino o in macchina, incoraggiandola con un sorriso anche se ti sta guardando con aria truce.

c) Se un extracomunitario o qualsiasi persona bisognosa di aiuto ti chieda una moneta digli “Sono anch’io nei guai ma cinquanta centesimi non li rifiuto a nessuno”.

d) Non perdere tempo a “cercare lavoro” ma intanto fai qualsiasi cosa che ti interessa o che possa migliorare il tuo tempo o le condizioni di chi ti sta vicino, poi il lavoro verrà quando sarai abbastanza forte per accettare di lavorare al massimo non più di tre (3) ore al giorno e a pieno stipendio. Se dopo una settimana di prova gratuita, i tuoi nuovi padroni accettano vuol dire che tu sai essere indispensabile in qualsiasi circostanza.

e) Quando chi incontri ansiosamente quasi ti assale con la domanda “Tutto bene?” Rispondi “Tutto no, ma grazie al fatto che ho deciso di amare me stesso prima di desiderare che altri mi amino, “quasi tutto” va abbastanza bene, sia pure in un mondo in cui tutto sembra andare “assolutamente male.”

f) Cerca di nascere ogni mattina e di spegnerti ogni sera nel sonno, sicuro che risorgi il giorno dopo col risveglio. Avrai a tua disposizione la piccoloa eternità che va dall’alba al tramonto, e nessun peso del passato e del futuro ti opprimerà e avrai più tempo a tua disposizione.

G) Cerca di ampliare ogni giorno il numero dei tuoi conoscenti, dei tuoi amici e perchè no del tuo amore, in modo da dare ampio spazio al tuo territorio di vita.

 

Silvano

Cinema Azzurro Scipioni – Piccolo Louvre del Cinema

Dove il Cinema è Arte

Via degli Scipioni 82 Roma 00192 – tel e fax: 0639737161

Ingresso gratuito ai netturbini e agli esodati | Programmato da Silvano Agosti

Scarica il programma del mese in corso

 

IL MIO SITO UFFICIALE

http://www.silvanoagosti.it/

CHI CERCA I MIEI LIBRI E I MIEI FILM

http://store.silvanoagosti.it/

CHI CERCA I MIEI EBOOK E AUDIO EBOOK

http://www.ultimabooks.it

CHI VUOLE VEDERE I MIEI FILM IN STREAMING

www.filmsilvanoagosti.com

Cinema Azzurro Scipioni – Piccolo Louvre del Cinema

Dove il Cinema è Arte

Via degli Scipioni 82 Roma 00192 – tel e fax: 0639737161

Ingresso gratuito ai netturbini e agli esodati | Programmato da Silvano Agosti

Scarica il programma del mese in corso

 

IL MIO SITO UFFICIALE

http://www.silvanoagosti.it/

CHI CERCA I MIEI LIBRI E I MIEI FILM

http://store.silvanoagosti.it/

CHI CERCA I MIEI EBOOK E AUDIO EBOOK

http://www.ultimabooks.it

CHI VUOLE VEDERE I MIEI FILM IN STREAMING

www.filmsilvanoagosti.com

Un vecchietta seduta su una panchina mentre osserva il solito corteo di                                                         cinquemila persone che protesta per le tasse e la disoccupazione ha commentato rivelandomi che suo figlio, commissario di Polizia, dice che le manifestazioni lasciano il tempo che trovano.

“Hanno ragione a protestare, ma tu dici che non serve a niente… ma se migliaia di  manifestanti facessero la fila davanti al tuo commissariato e ognuno sporge denuncia allo Stato per tentata strage per tutti quelli che si sono suicidati per via delle tasse ,  perchè l’Italia non è  più una repubblica  fondata sul lavoro, ma una repubblica fondata sulla disoccupazione,..?”  

”  Ma sei matta mamma ?  Il commissariato sarebbe tenuto per legge a registrare e dar corso alle   migliaia di denunce che  poi diventerebbero 10.000 e poi centomila e così via.

Allora si che sarebbe una rivoluzione.”      

Cinema Azzurro Scipioni – Piccolo Louvre del Cinema

Dove il Cinema è Arte

Via degli Scipioni 82 Roma 00192 – tel e fax: 0639737161

Ingresso gratuito ai netturbini e agli esodati | Programmato da Silvano Agosti

Scarica il programma del mese in corso

 

IL MIO SITO UFFICIALE

http://www.silvanoagosti.it/

CHI CERCA I MIEI LIBRI E I MIEI FILM

http://store.silvanoagosti.it/

CHI CERCA I MIEI EBOOK E AUDIO EBOOK

http://www.ultimabooks.it

CHI VUOLE VEDERE I MIEI FILM IN STREAMING

www.filmsilvanoagosti.com

 

Costruiamo alcune città in qualche angolo pacifico dell’Africa in modo che chi fugge dalla fame e dalla guerra sia ospite di se stesso e non di astuti speculatori o di infami retori della politica.

Ho il preciso sospetto che la dilagante fragilità dei sentimenti comuni, sia dovuta a una certa inconscia fedeltà allo slogan mistico-amoroso “ama il prossimo tuo come te stesso.” E poiché nessuno si ama ne deriva l’evidenza che nessuno ama nessuno.

Una caratteristica importante del sentimento d’amore rimane comunque la solidarietà. La capacità cioè di provare una sorta di beatitudine nel divenire l’altro, rimanendo tuttavia e pienamente se stessi. Divenire l’altro significa poter dare alla propria solidarietà verso un essere umano la sua massima espansione.

La faccenda che finalmente ha consentito ai media, ormai a corto di qualsiasi decente argomento, quella che riguarda le migliaia di profughi che vengono ospitati negli abissi del mar mediterraneo, trovando conforto solo nella morte, ormai riempie a pieno ritmo qualsiasi trasmissione televisiva.

Così tra una lista di cadaveri e un’altra di dispersi, appare nitida e brillante, formalmente curatissima, la pubblicità.

Magari una entusiastica descrizione di bocconcini di carne scelta da destinare al vostro cane.

Tuttavia nessuno dice mai che coloro che cercano di sbarcare in Europa, istintivamente vengono a prendere le briciole di tutto ciò che per alcuni secoli l’Europa ha rubato nelle loro terre.

Che ne abbiano pieno diritto, a parte le costituzioni che questo diritto lo prevedono ma non lo rispettano, è naturale, dato che lo sfacelo che perdura nei loro Paesi è dovuto nella maggioranza dei casi, ai furti di materie prime pregiate e pregiatissime di cui l’Africa è da sempre una fonte inesauribile.

Il trucco è sempre stato lo stesso. La, o le, multinazionali di turno che trafficano in diamanti, metalli pregiati, petrolio, cobalto etc etc identificano una famiglia garantitamente corrotta o un individuo ritenuto adatto a gestire una dittatura. Li porta al potere e in seguito si fa firmare qualsiasi concessione di sfruttamento del territorio, generalmente per un minimo di venti anni. Arricchito dal denaro delle multinazionali il sistema di potere locale investe in armi per difendersi da qualsiasi sollevamento popolare, dato che gli immensi guadagni dei colonialisti non vengono certo estesi ai milioni di esseri oppressi dalla fame.

Ecco che così, coloro che rischiano la vita per raggiungere l’Europa coi barconi o coi gommoni, provengono da due situazioni principali: o sono in fuga dalla fame o sono in fuga dal terrore della guerra.

In ambedue i casi, qualsiasi sia il costo della loro ospitalità ne hanno il pieno diritto.

Le idee sortite dai quadri dirigenziali di questo Paese, nascono da menti invecchiate nei privilegi e dedite da sempre a nascondere la propria insipienza,

Le loro idee, concepite per risolvere il problema delle migrazioni, sarebbe cortese definirle idee da mentecatti, da strutture mentali impotenti e infiacchite dall’uso quotidiano dell’egoismo e da una sorta di avarizia di umanità nel disprezzo di qualsiasi reale solidarietà.

L’idea ad esempio di distruggere con la dinamite le imbarcazioni che li trasportano. Il che punirebbe una manciata di mascalzoni e metterebbe nei guai e nella disperazione centinaia di migliaia di coloro che erano in fuga per chiedere e trovare asilo.

Forse sarebbe più semplice convogliare tutti i fuggiaschi in un paese non lontano e sempre in Africa, dove i quaranta euro al giorno che vengono distribuiti qui a ogni rifugiato procurerebbero, col tenore di vita locale, buon cibo abbondante e un’abitazione.

Ci sarebbe così la necessità di trovare due luoghi dove costruire intere città abitate da chi finalmente avrebbe sconfitto la fame e da coloro che, avendo conosciuto il terrore, certamente, non penserebbero mai più che la guerra sia un male necessario.

Abitando queste città rifugio magari solo in attesa che nel loro paese di origine al potere non ci sia più una politica criminale di fame o di guerra.

Conosco un uomo, in Sicilia, che sta costruendo da solo una città che verrà abitata da gente senza casa e senza lavoro e ogni famiglia ospiterà un bimbo disabile. Quest’uomo ha compiuto 93 anni ed è più giovane e più colmo di energie di qualsiasi esordiente in un partito o nella politica servile di questo Paese.

Questa città lui la chiama LA CITTÀ APERTA.

Bene, vediamo se alcune città aperte non sia il caso di fondarle in qualche paese rimasto pacifico dell’africa.

Si dia a tutti costoro invece che solo una pur umiliante forma di carità, la piena dignità nell’autogestione del proprio destino.

I nostri celebrati architetti, Piano, Fuksas e altri concepiscano sistemi di rapida costruzione di queste città, dando finalmente un senso anche umano alla loro privilegiata carriera di star mondiali dell’architettura.

In questo modo l’Europa potrà gustare la fierezza di aver risarcito, sia pure in minima parte la ferocia

del colonialismo che ha Avuto in Africa, come maggiori interpreti e protagonisti, Paesi come l’Inghilterra, la Francia, la Germania, il Belgio, la Spagna e l’Italia.Per non parlare dei due giganti silenziosi Cina e Stati Uniti.

Silvano Agosti

Ho concluso una bella e complessa esperienza durata oltre un anno e mezzo. Si tratta del mio nuovo film IL FASCINO DELL’IMPOSSIBILE.

Per questo posso riprendere una pratica che mi è molto cara: I DIARI.

DIARIO DEL 12 APRILE 2015

Ho maturato un crescente disgusto nei confronti di tutto l’apparato informativo, i cosiddetti MEDIA.  Mentre la casa brucia è innaturale che chi la possiede sieda tranquillamente al bar, o si metta a far progetti o perfino a teorizzare le possibili difese dal pericolo di incendi.

Invece gli apparati che gestiscono l’informazione diramano indifferentemente qualsiasi notizia con crescente distacco , come “se nulla fosse”.

Che fare per eliminare la nausea prodotta da queste voci sparse e anonime o perfino identificabili e firmate che continuano a ignorare i soli due grandi bisogni dell’intera umanità: cibo e casa.

Un modo per avanzare verso orizzonti di benessere per tutti che propongo a chi scrive articoli, romanzi, racconti, che fanno film o opere di teatro, che dipingono quadri o affreschi, che fanno conferenze, prediche ecclesiastiche e comizi, annunci o proposte sociali e magari anche riforme, di iniziare ponendo OGNI VOLTA E SEMPRE in evidenza queste due notizie

Prima notizia Ogni giorno 24.000 bambinimuoiono di fame. 18.000 sotto i 5 anni d’età.Ogni anno più di un miliardo di tonnellate di cibo vengono buttate nell’immondizia. 

First news

Every day 24,000 people die from hunger or hunger-related causes.

18.000 are children under the age of five.

A billion tons of food are thrown

in garbich every year

Seconda notizia.Negli Stati Uniti piu di due milionidi persone vivono senza tetto.Per offrire  una casa a tutta l’umanità basterebbe investire il 10% delle spese militari nel mondo. 

Second news

Only in the United States two milion and half people live without a house.

To offer a house free charge to the whole humanity could be enough the 10%

of military expenses.

 

Immaginate queste due notizie riportate continuamente in ogni settore ufficiale dell’informazione.

Finalmente svegliandosi tutti con la loro casa e il cibo assicurato scopriremmo che ognuno sarebbe semplicemente felice di lavorare un paio di ore al giorno a beneficio della comunità e soprattutto si capirebbe quanto immenso è il valore di ogni Essere Umano.

Ognuno un PATRIMONIO DELL’UMANITA’?

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Ho tenuto un seminario il mese scorso presso il Cinema Azzurro Scipioni per quattro settimane dal titolo DALL’IMPOTENZA ALLA CREATIVITÀ impostato tutto su questa domanda.

Ma perché nessun essere umano è mai in grado di capire il proprio immenso valore?

Ci siamo resi conto che questo fatto è determinato dai ruoli nei quali ogni essere presente su questo pianeta viene sepolto insieme alla sua vera natura. I ruoli sono numerosi, ma possono anche divenire infiniti, come i virus: figlio, ragioniere, artista, impiegato direttore generale, segretario, presidente, dottore  (applicabile sia ai medici che come onoreficenza generica) cardinale, pompiere, poliziotto, muratore,Papa, attore, insegnante, badante, studente, commerciante, sarto, scrittore, moglie, finanziere,imprenditore, marito, gelataio, etc, etc .In questo che abbiamo definito essere IL LABIRINTO DELLA MEDIOCRITÀ, ogni Essere Umano si perde e smarrisce quindi per sempre  il senso della propria immensità.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Da oggi 12 aprile chiunque si trovi nella condizione di non avere denaro da spendere per andare al cinema può fruire di un ingresso pagando 1 (un) euro  al cinema Azzurro Scipioni  con una disponibilità di dieci posti a loro riservati.

Chi invece ha la disponibilità di trovare anche solo 20 spettatori, può richiedere una proiezione dal lunedi al giovedi noleggiando la sala e scegliendo a piacere un titolo nel programma mensile del Cinema o un film preferito del passato.